Le ramificazioni del SOET

Molti germogli con la Grazia di Dio arricchiscono attualmente l’albero del SOET-PCC. Questa decisione, che può aver lasciato molti perplessi è scaturita da un’analisi e da una profonda riflessione sulle radici e sulle finalità del SOET-PCC. La riflessione è stata la volontà di dare largo spazio ad alcuni tra i migliori dei nostri fratelli che mostravano particolari esigenze spirituali nel loro percorso e attitudini all’organizzazione di un gruppo e al comando. Siamo partiti da un grande e antico proverbio, che certamente conoscerete: “cento mani Dio benedisse, ma non tutte in un piatto”. Abbiamo lasciato al SOET tutto ciò che riguarda la grande Cavalleria Spirituale del Tempio di Gerusalemme affinchè approfondissero studi e modalità comportamentali e rituali ad essa confacenti nello Spirito della Grande Tradizionale Cavalleresca ab Templo Salomonis condito.

1. La Santa Maria in Sion (sigla SMS-PCC) è nata dalla necessità e dalla gioia di poterci riallacciare alla nostra antica casa madre di Chiaravalle, affinchè i fratelli e le sorelle, attraverso approfonditi studi documentali, potessero comprendere la spiritualità primigenia dell’Ordine voluto da Bernardo di Chiaravalle. Abbiamo anche allacciato stretti e affettuosi rapporti con la citata Abbazia che ha sede in Milano ed operato spiritualmente nella nostra ritualità insieme ai nostri fratelli monaci.

2. La Santa Maria di Sharon (sigla SMS-PCC) è nata dalla necessità di intraprendere lo stesso percorso bernardino proiettato e collegato alla buona terra di Spagna, e trae il suo nutrimento spirituale dall’Abbazia di Escalonias (di derivazione Cistercense della Stretta Osservanza). Un’accezione di questo germoglio è la cura e la difesa della donna, l’interazione di essa nel sociale e la fondazione di associazioni culturali e benefiche.

3. Nostra Signora del Tempio (sigla NST-PCC) è nata dalla necessità di costruire un germoglio cistercense proprio sulla terra di Spagna, anch’esso in collegamento con l’Abbazia di Escalonias che, a parte gli studi e l’approfondimento della regola e della spiritualità benedettina, soprattutto nella sua accezione operativa. Questi fratelli infatti partecipano al misticismo e alla ritualità cistercense, ma affiancano in maniera reale e operativa l’Abbazia di Escalonias.

4. Un discorso a parte è stata la nascita della Santa Maria Lauretana (sigla SML-PCC) , legata al monastero del Carmelo sito in Catania, con cui il fratello Carmelo Giuffrida già intratteneva cordiali e affettuosi rapporti spirituali. Questo fratello non ha mai appartenuto al SOET, bensì alla Confraternita Templare di San Michele. Tra l’Ordine del SOET e questa Confraternita è nato un rapporto quindi di collaborazione che ha avuto come naturale traslazione l’Ordine Carmelitano. Questo germoglio si occupa essenzialmente di offrire una Casa comune ai membri di altre obbedienze e associazioni neo-templari italiane.

5. Il germoglio dell’Ordine del Tempio Rettificato (sigla OTR-PCC) è nato dalla volontà di fondare un’Accademia di Studi a largo raggio che coinvolgesse i vari aspetti della storia e cultura medievale e che potesse vedere una fruttuosa collaborazione di cavalieri e dame appartenenti ad altri ordini cavallereschi.